15 ottobre, un giorno importante

15ottobreDomani è il 15 ottobre, giornata internazionale della consapevolezza sul lutto perinatale.
Sono parole grandi, talmente grandi che stonano pensate vicino a un bambino così piccolo.

Sui giornali escono comunicati stampa, quest’anno fortunatamente più numerosi di anni passati, in cui i bimbi sono chiamati “non-nati”, “angeli”, “meteore” e con tanti altri nomi più o meno fantasiosi, più o meno azzeccati, a volte carini, teneri, altre volte incapaci di descrivere un bambino.

Quello che c’era e che adesso non è più, è semplicemente, teneramente, un bambino; una creatura frettolosa che adesso manca in modo devastante e imperativo alle braccia che dovevano stringerlo, lavarlo, accarezzarlo.

Continua la lettura di “15 ottobre, un giorno importante”

L’incontro possibile

mano

Dal sito CiaoLapo.it

A volte capita di essere contattati dall’ospedale, proprio nelle ore in cui una mamma sta affrontando il parto del suo bambino morto. A volte capita che a chiamare sia un’ostetrica che ha fatto qualche corso con noi, o sia direttamente un padre, su indicazioni del personale, del passaparola di amici, o per libera iniziativa. Capita dunque, che due perfetti sconosciuti entrino in contatto per parlare di una tra le cose più dolorose e più neglette che esistano.

Continua la lettura di “L’incontro possibile”