Cielo e terra

È lì, tra le nuvole rosse il mio pensiero.
Accolto da dimensioni infinite e sospeso,
anelante il calore della terra,
rimane in un incerto orizzonte,
di alberi e forse di tetti.

Lo attira il cuore giallo, oro colato,
ed egli si sospende,
tra bioccoli grigi e viola,
e rossi e arancio,
a cercarsi nel tutto,
vibrando in riflessi di sé
o di altro non visto,
a riempire un bisogno a lungo negato.

 

C’è, tra il mosso cielo e l’immota terra,
uno spazio quieto, un antico respiro.
“Resta, riposa”, sussurra,
e quasi lo ascolta, il pensiero,
poi, indomito,
torna tra fiocchi di sé,
cinerini e di fuoco,
bizzarri fantasmi e future visioni.

Ph. Simone Santi

Se vuoi, puoi ascoltare la poesia cliccando la freccina qui sotto:

Lascia un commento

Enter Captcha Here : *

Reload Image